Un innovativo tritarifiuti aiuta Milwaukee

a convertire più rifiuti alimentari in

elettricità

Parte della rete fognaria di Milwaukee utilizza un digestore anaerobico in cui i batteri e altri microbi, chiamati archei, “digeriscono” i rifiuti in serbatoi chiusi. Nel processo di decomposizione dei rifiuti, i microbi producono metano, che viene raccolto e utilizzato per produrre energia necessaria allo stesso ente.

Il modello InSinkErator Evolution Excel® di Emerson è un tritarifiuti che permette di triturare quasi tutti gli scarti alimentari, tra cui bucce di arancia e di banana, sedano, pannocchie di mais, bucce di patate e persino le ossa delle costine senza creare intasamenti, aiutando il Dipartimento fognario metropolitano di Milwaukee a convertire una maggiore quantità di rifiuti alimentari dei suoi residenti in una fonte inesauribile di elettricità.

Stato corrente dello smaltimento dei rifiuti alimentari

2,000

libbre di rifiuti alimentari

Una famiglia statunitense media di quattro persone produce circa 2000 libbre di rifiuti alimentari ogni anno.

19

milioni di tonnellate

Più di 19 milioni di tonnellate di questi rifiuti provenienti dalle case, dai ristoranti e da istituti di vario genere viene portato in discarica a bordo di camion, che ovviamente bruciano combustibile fossile.

21

volte più dannosi

Durante la decomposizione, i rifiuti alimentari producono metano, un gas serra che è almeno 21 volte più dannoso dell’anidride carbonica nell’intrappolare il calore nell’atmosfera.

 

Come può contribuire la tecnologia Emerson

Più rifiuti alimentari nel tritarifiuti

I tritarifiuti InSinkErator Evolution Excel® Emerson consentono alle famiglie di triturare quasi tutti i tipi di rifiuti alimentari.

Più energia generata

Una rete fognaria avanzata come quella di Milwaukee può catturare il metano generato dalla decomposizione dei rifiuti alimentari e utilizzarlo per generare energia.

Più risparmi per la città

Nel 2007, Milwaukee ha risparmiato 1 - 2 milioni di dollari in costi energetici grazie al metano generato dagli impianti di trattamento delle acque reflue del distretto.

 
 
 

Un innovativo tritarifiuti aiuta Milwaukee a convertire più rifiuti alimentari in elettricità

A Milwaukee, nel Wisconsin, le persone sono invitate a gettare più avanzi alimentari nei loro tritarifiuti. La ragione è semplice. Alcuni tritarifiuti, come la nuovissima linea di InSinkErator creata da Emerson, sono in grado di triturare praticamente ogni tipo di avanzi alimentari e stanno aiutando l’ente che gestisce la rete fognaria locale (Milwaukee Metropolitan Sewerage District) a convertire quantità sempre maggiori di rifiuti alimentari degli abitanti in una fonte inesauribile di energia elettrica.

Una parte del sistema fognario di Milwaukee, che raccoglie le acque reflue di 1,1 milioni di persone in 28 centri urbani sparsi su 411 miglia quadrate, utilizza un digestore anaerobico in cui batteri e altri microbi, chiamati archei, “digeriscono” i rifiuti in serbatoi chiusi. Nel processo di decomposizione dei rifiuti, i microbi producono metano, che viene raccolto e utilizzato per produrre energia necessaria allo stesso ente. Nel 2007, l’ente ha risparmiato 1,9 milioni di dollari in costi di energia grazie al metano generato dagli impianti di trattamento delle acque reflue del distretto. Inoltre, l’ente realizza ulteriori entrate trasformando i biosolidi in fertilizzante naturale per i prati che viene venduto al dettaglio.

Non è mai stato fatto prima. Il modello InSinkErator Evolution Excel® di Emerson è un tritarifiuti che permette di triturare quasi tutti gli scarti alimentari, tra cui bucce di arancia e di banana, sedano, pannocchie di mais, bucce di patate e persino le ossa delle costine senza creare intasamenti. Grazie alla sua eccezionale capacità di triturazione, Evolution Excel rappresenta una scelta migliore rispetto a quella di gettare i rifiuti del cibo nel sacco della spazzatura. Inoltre, InSinkErator Evolution Excel è almeno il 60% più silenzioso rispetto ai normali tritarifiuti.

Il trattamento dei rifiuti alimentari è una sfida ambientale che viene spesso trascurata. Una famiglia statunitense media di quattro persone produce circa 2000 libbre di rifiuti alimentari ogni anno. Più di 19 milioni di tonnellate di questi rifiuti provenienti dalle case, dai ristoranti e da istituti di vario genere viene portato in discarica a bordo di camion, che ovviamente bruciano combustibile fossile.

 

Durante la decomposizione, i rifiuti alimentari producono metano, un gas serra che è almeno 21 volte più dannoso dell’anidride carbonica nell’intrappolare il calore nell’atmosfera. Alcuni gestori di discariche stanno tentando di catturare il metano, ma gli esperti sostengono che l’operazione può rivelarsi impegnativa e costosa. Inoltre, i rifiuti alimentari in decomposizione si mescolano con gli altri rifiuti presenti in discarica e producono un liquido denominato “percolato” che ha il potenziale di inquinare le falde freatiche. Lo smaltimento dei rifiuti alimentari mediante compostaggio è considerato una soluzione ecologicamente corretta, ma non pratica per molte famiglie che vivono in affollati quartieri urbani, nei condomini o semplicemente in zone fredde.

Decenni di studi scientifici indipendenti confermano che l’uso del tritarifiuti aiuta a smaltire i rifiuti alimentari biodegradabili in modo ecologicamente responsabile. Dal momento che i rifiuti alimentari sono composti da acqua per il 70%, la macinazione nel tritarifiuti e il trasporto attraverso lo scarico domestico fino all’impianto di trattamento delle acque reflue è un sistema economico, sicuro ed efficiente.

Gli stessi tritarifiuti hanno un’impronta ambientale modesta. Si tratta infatti di dispositivi che utilizzano circa l’uno per cento o meno del consumo d’acqua totale di una famiglia e consumano in media meno di 50 centesimi all’anno di elettricità.

Emerson sta collaborando con diverse comunità, come quella di Milwaukee e altre in giro per il mondo, per dimostrare come l’uso del tritarifiuti per gli avanzi del cibo possa contribuire a una soluzione ecologicamente responsabile. Alcune autorità locali nel Regno Unito offrono persino incentivi ai loro cittadini per l’installazione di questi dispositivi. È bello sapere che almeno una soluzione è a portata di mano come il lavello della cucina.

Visita il sito: Emerson Commercial & Residential Solutions
Stampa PDF
Show Video